ATTENZIONE pubblicazioni su questo BLOG


Cari lettori,
tengo a specificare che questa
NON E' UNA TESTATA EDITORIALE,
il sottoscritto e CONCERTODAUTUNNO 
vogliono solo promuovere la diffusione di notizie relative ad
EVENTI CULTURALI.



Pertanto verranno pubblicati solo:
- contributi originali di nostra creazione;
- contributi originali ricevuti da singole persone che vogliano collaborare;
- comunicati ricevuti da artisti od organizzatori;
- comunicati originali ricevuti con "preghiera di pubblicazione";
- curricula e proposte artistiche al fine di favorire le possibilità di lavoro a tutti coloro che operano in campo culturale nel parallelo Blog concertodautunno-cur.blogspot.com
Non verranno pubblicati puzzle taglia-e-incolla provenienti da soggetti diversi dagli organizzatori o diretti interessati.
Tutte le informazioni pubblicate devono essere verificate sul sito originarionon ci assumiamo responsabilità per eventuali cambi di date, interpreti o costi di accesso,
Grazie a tutti,
Mario, Presidente della Associazione

Questo sito/e-zine non rappresenta una testata giornalistica in quanto non viene aggiornato con cadenza periodica né è da considerarsi un mezzo di informazione o un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62/2001.

2017_11_19 PORANA C’E’ IL FESTIVAL DEI CORI

Domenica 19  novembre 2017 ore 15.00
Chiesa di S. Crispino nel Borgo di Porana di Pizzale (PV)
FESTIVAL DEI CORI
Arrivano dalla Brianza e dal Milanese i tre gruppi di questa edizione

Sono il Gruppo corale “Vocalincanto” di Renate (MB), il coro “Allegro con brio” di Paderno Dugnano (MI) e il coro “Oratorio S. Luigi” di Paderno Dugnano (MI) i gruppi che prendono parte al Festival dei Cori di Porana, giunto alla 19esima edizione e in programma Domenica 19 Novembre alle ore 15 presso la Chiesa di S. Crispino nel Borgo di Porana di Pizzale (PV). Si tratta della rassegna di cori più longeva in terra pavese, il fiore all’occhiello e il punto di riferimento di quasi due decenni di lavoro e di passione da parte dei volontari di Associazione Porana Eventi. La rassegna, nata in memoria di Don Sandro Magnani, a lungo parroco della piccola frazione alle porte di Voghera, torna con la giuria critica presieduta da Don Matteo Zambuto, sacerdote e cantautore pavese, che come sempre assegnerà un riconoscimento in base alla qualità della performance. Ma ci sarà anche un premio della giuria popolare (formata dal pubblico, in base agli applausi in sala) e un riconoscimento al miglior solista della kermesse. Per festeggiare poi il Natale Porana Eventi richiama i cori delle varie edizioni del festival la sera di S. Stefano, il 26 Dicembre 2017_12_26, per cantare le più belle melodie natalizie alla presenza di affermati personaggi della lirica (Gruppo Amici della Lirica dell’Oltrepò. In questo caso non si tratta di partecipare ad un concorso, ma semplicemente di proporre gli auguri in musica secondo differenti stili e generi, improvvisando con i cantanti lirici i brani più conosciuti. Informazioni ed iscrizioni al 389.2566296 oppure info@porana.it

 Ecco nel dettaglio i tre gruppi che prenderanno parte a questa edizione del Festival:

Il Gruppo corale “Vocalincanto” di Renate (MB)  si è costituito nel 2010 grazie all’interesse di appassionati con alle spalle già una cospicua esperienza di canto corale, desiderosi di affiancare allo studio del repertorio anche l’affinamento della tecnica vocale. I Vocalincanto si sono esibiti presso varie sedi nelle provincie di Como, Monza e Brianza, Lecco, Bergamo e Cremona con concerti sacri e profani.
Nel 2016 hanno collaborato con il compositore newyorkese Benjamin Vida nella realizzazione della sua ultima opera “Reducing the tempo to zero” presso il Rossini art site.
I programmi concertistici sono sempre affiancati da letture scelte e curate da Ettore Fiorina.

Il coro “Allegro con brio” è nato nel 1996 per iniziativa del maestro Pietro  Boggia, dell’UTE di Paderno Dugnano. In questi anni ha cambiato fisionomia e conduttori, ma ha mantenuto la connotazione di coro amatoriale dove il canto è un piacere. Ora è composto da 36 coristi suddivisi nelle quattro voci: soprani, tenori, bassi, contralti e, sotto la direzione di Renato Tagliabue, ha raggiunto buoni livelli di interpretazione dei brani. Il repertorio musicale spazia dalla musica popolare a quella classica e sacra fino ad alcuni brani di musica rinascimentale. Si è esibito in rassegne per cori, in concerti insieme ad un gruppo bandistico ed ha svolto un ruolo sociale allietando gli ospiti di diverse case di riposo della zona. L’amicizia e l’affiatamento dei coristi sono gli ingredienti che ne fanno davvero un coro “allegro con brio”.

Il "Coro Oratorio S. Luigi" di Binasco è nato nel 1982 dalla volontà di un piccolo gruppo di giovani di creare un'occasione per stare in compagnia fra ragazzi e ragazze che hanno in comune la passione per il canto ed inoltre per far sì che le celebrazioni eucaristiche e non, che li vedono coinvolti, siano sempre più vive e partecipate.
Il "Coro S.Luigi" in questi trentacinque anni di vita ha visto passare tra le sue fila numerosi ragazzi e giovani (più di 150).
La vocazione musicale del coro è rivolta verso brani musicali “giovani” (il che non vuol dire siano poco impegnativi) anche se a volte non vengono disdegnate musiche più classiche.
La componente strumentale del coro è attualmente composta da tre elementi: tastiera, chitarra e flauto. Direttore è il maestro Marco Marchioni.

2017_11_29 Spazio Teatro 89 Monteverdi Pratica (Rivoluzionaria) con Roberto Balconi

Domenica 26 novembre 2017, ore 17.00
Spazio Teatro 89 e Coop Lombardia presentano:
“In Cooperativa per Amare la Musica - Concerti Fior Fiore Coop”
17a Rassegna: “Rivoluzioni, Evoluzioni, Apparizioni"
in collaborazione con Serate Musicali
Pratica (Rivoluzionaria)
Ensemble Fantazyas
Carlotta Colombo e Giulia Musuruane, soprani
Hyun Jung Oh, mezzosoprano
Maestro al cembalo e concertatore:
Roberto Balconi
L’Ensemble Fantazyas di Roberto Balconi ci guiderà alla scoperta dell’arte di Claudio Monteverdi, e in particolare della sua “seconda prattica”, che  emancipando la melodia dal severo contrappunto rinascimentale rende possibile una sempre maggiore libertà espressiva, schiudendo preziose prospettive a tutta la musica dei secoli successivi. Il concerto è realizzato in collaborazione con il Fondo Morosini per la Musica e la Cultura.

Programma:
Claudio Monteverdi (1567-1643):
da “L’incoronazione di Poppea”:
Prologo: Virtù, Fortuna, Amore: Deh, nasconditi, o Virtù
dal Libro VII de’ madrigali: “Non vedrò mai le stelle”
da “Il ritorno di Ulisse in Patria”:
atto I, scena XXX: Penelope: Di misera regina
dal Libro IX de’ madrigali: “Bel pastor, dal cui bel guardo”
da “L’incoronazione di Poppea”:
Atto I, scena V: Ottavia: Disprezzata regina
Lamento di Arianna
dal Libro VII de’ madrigali: “Io son pur vezzosetta pastorella”
da "Orfeo”:
Prologo, La Musica: Dal mio Permesso amato
dagli Scherzi musicali: Zefiro torna
da “L’incoronazione di Poppea”:
Atto III, scena ultima: Nerone & Poppea: Pur ti miro
dal Libro VIII de’ madrigali: Com,è dolce oggi l’auretta

Spazio Teatro 89 via Fratelli Zoia 89 20153, Milano
Autobus: 49, 78; nelle vicinanze MM5 S.Siro Stadio
Accesso disabili: sì
info@spazioteatro89.org
www.spazioteatro89.org
tel: 0240914901 - 3358359131

2017_11_18 In corso d'opera, opera studio quest'anno si terrà Busseto

Opera Young (opera studio) 2017/2018 
presso TEATRO VERDI BUSSETO (PR)
In corso d'opera, opera studio a Busseto

















Sabato 18 novembre 2017 ore 20.30
Giuseppe Verdi
Il trovatore
Personaggi Interpreti
Conte di Luna Lee DAEBUM, baritono
Leonora Minah BAEK, soprano
Azucena Mae HAYASHI, mezzosoprano
Manrico Denys PIVNITSKYI, tenore
Ferrando Emil ABDULLAIEV, basso
Ines Choi YEONOCK, soprano
Ruiz Nicolas CAUSERO, tenore
Vecchio Zingaro Luca BAUCE
Messo Michele MELE
Direttore al pianoforte MARCO BERETTA
Messa in scena ALBERTO OLIVA
Scenografia  ROBERTO ZIZZO
Coro ADADS
Costumi, trucco e acconciature APTA ACCADEMIA PROFESSIONALE DI TRUCCO ARTISTICO SOCIETÀ UMANITARIA
Maestro Collaboratore MARIA LYASHEVA

Mercoledì 6 dicembre 2017
Giacomo Puccini
Tosca

Venerdì 23 febbraio 2018
Wolfang Amedeus Mozart
Don Giovanni

Venerdì 20 aprile 2018
Gaetano Donizetti
Don Pasquale
 

Venerdì 8 giugno 2018
nella sede di Villa Pallavicino
Giacomo Puccini
Madama Butterfly
 

Info e biglietti ADADS info@adads.it 392 31 91 453
 ufficio turistico piazza Verdi 10 Busseto Parma
 email info@ussetolive.com
 telefono 0524 93 17 32 orari dal martedì al sabato dalle ore 9:00 alle ore 13:00


Direttore Musicale MARCO BERETTA
Messa In Scen  ALBERTO OLIVA
La Stagione Lirica si avvale della collaborazione alla messa in scena di ALBERTO OLIVA, regista milanese che si muove tra prosa e lirica, tra i più  applauditi e apprezzati del momento.

OPERA STUDIO PER CANTANTI LIRICI
Opera Studio per Cantanti Lirici promossa da ADADS - Accademia dell'Arte dello Spettacolo - in collaborazione con il Comune di Busseto. 
OPERA STUDIO PER CANTANTI LIRICI
ADADS Accademia dell'Arte dello Spettacolo Milano


Il Trovatore di G. Verdi - In Corso d'Opera
Dal 30 Ottobre al 18 Novembre 2017
Scadenza iscrizioni: 2 Ottobre 2017
Recita: 18 Novembre 2017

Tosca di G. Puccini - In Corso d'Opera
Dal 21 Novembre al 6 Dicembre 2017
Scadenza iscrizioni: 2 Ottobre 2017

Recita: 6 dicembre 2017

Don Giovanni di W. A. Mozart - In Corso d'Opera
Dal 22 Gennaio al 23 Febbraio 2018
Scadenza iscrizioni: 2 Ottobre 2017

Recita: 23 febbraio 2018

Don Pasquale di G. Donizetti - In Corso d'Opera
Dal 19 Marzo al 20 Aprile 2018
Scadenza iscrizioni: 2 Ottobre 2017

Recita: 20 aprile 2018

Madama Butterfly di G. Puccini - In Corso d'Opera
Dal 22 Maggio all'8 Giugno 2018
Scadenza iscrizioni: 2 Ottobre 2017

Recita: 8 giugno 2018

Per tutti i corsi:
Quota di partecipazione (allievi effettivi): 470.00 €
Quota di partecipazione (uditori): 70.00 €
Docenti: Marco Beretta - Alberto Oliva
Audizioni per l'ammissione ai corsi: 5 ottobre 2017 Teatro Giuseppe Verdi di Busseto.
L’OPERA STUDIO è un Laboratorio durante il quale i giovani artisti approfondiranno musicalmente e scenicamente le opere in programma sotto la guida di un direttore d’orchestra e di un regista. Il lavoro collettivo faciliterà lo studio e la comprensione dello spartito sperimentando sul campo le conoscenze acquisite nel percorso di studi.
I laboratori si svolgeranno a Milano e prevedono, al termine dello studio di ogni opera, una recita che si terrà al Teatro Giuseppe Verdi di Busseto, organizzata con la collaborazione del Comune di Busseto. Il cast che prenderà parte alla recita conclusiva sarà scelto dal direttore artistico dell’Accademia e docente, maestro Marco Beretta, al termine del corso.

Opera Young (opera studio) 2016/2017 


Domenica 11 Dicembre 2016_12_11 - ore 16.30

Giuseppe Verdi
RIGOLETTO

ALBERTO OLIVA, regista



Mercoledì 22 febbraio 2017_02_22 - ore 20.30

Wolfgang Amadeus Mozart

LE NOZZE DI FIGARO
ALESSANDRO CASTELLUCCI, regista


Domenica 2 aprile 2017_04_02 - ore 16.30

Gaetano Donizetti

L’ELISIR D’AMORE
ALBERTO OLIVA, regista




Opera Young (opera studio) 2016 
presso TEATRO ROSETUM Via Pisanello,1 - Milano

Venerdì 22 Gennaio 2016_01_22 ore 20:00
opera di Wolfgang Amadeus Mozart


Domenica 28 Febbraio 2016_02_28 ore 20
opera in tre atti di G. Verdi

Venerdì 18 Marzo 2016_03_18 ore 20
opera in tre atti di G. Donizetti

Venerdì 15 Aprile 2016_04_15 ore 20
opera in quattro quadri di G.Puccini
FOTOSERVIZIO CONCERTODAUTUNNO

Opera Young (opera studio) 2015 
presso TEATRO ROSETUM Via Pisanello,1 - Milano

Venerdì 23 gennaio 2015_01_23 ore 19.00
W.A.Mozart

Venerdì 27 febbraio 2015_02_27, ore 19.00
G.Puccini
MADAMA BUTTERFLY 
Non è stato possibile essere presenti per fare
FOTOSERVIZIO CONCERTODAUTUNNO

Venerdì 27 marzo 2015_03_27, ore 19.00
G.Verdi

Venerdì 15 maggio 2015_05_15 ore 19,00
G. Bizet

YOUNG OPERA Progetto OPERA STUDIO
ADADS ACCADEMIA DELL’ARTE DELLO SPETTACOLO

2017_11_19 VOCI BIANCHE de laVERDI IN CONCERTO all’Auditorium di Milano

Domenica 19 novembre 2017 ore 16.00
Auditorium di Milano, largo Mahler
laVerdi stagione 2017-2018
VOCI BIANCHE de laVERDI IN CONCERTO
Coro diretto da Maria Teresa Tramontin
Orchestra Sinfonica di Milano Giuseppe Verdi
Pietro Cavedon,pianoforte
Kirill Vishnyakov, direttore

Concerto straordinario del Coro di Voci Bianche de laVerdi, domenica 19 novembre (ore 16.00) all’Auditorium di Milano.
Il giovane ensemble corale della “scuderia” di largo Mahler, diretto da Maria Teresa Tramontin,
eseguirà un ricco programma con brani composti da autori vari, da Oreste Malatesta a Benjamin Britten.
Sul palco dell’Auditorium anche l’Orchestra Sinfonica di Milano Giuseppe Verdi, per l’occasione diretta da Kirill Vishnyakov, e il pianoforte di Pietro Cavedon.
(Biglietti: euro 7,00; info e prenotazioni: Auditorium di Milano Fondazione Cariplo, largo Mahler, orari apertura: mar/dom, ore 10.00/19.00, tel. 02.83389401/2/3; on line: www.laverdi.org o www.vivaticket.it ).

2017_11_20 Prosseda incontra Mozart al MAC per laVerdi da camera

Lunedì 20 Novembre 2017 - ore 20.30
M.A.C. piazza Tito Lucrezio Caro 1 - Milano
Stagione 2017/18 MUSICA DA CAMERA
Prosseda incontra Mozart
Recital del pianista laziale ospite de laVerdi
Programma
Wolfgang Amadeus Mozart
Sonata per pianoforte in Sol maggiore K 283
Sonata per pianoforte in La minore K 310
Sonata per pianoforte in Do maggiore K 330
Sonata per pianoforte in Do minore K 457

Il quinto appuntamento con la musica da camera de laVerdi, in programma lunedì 20 Novembre (ore 20.30) al M.A.C. in piazza Tito Lucrezio Caro 1, Milano, in collaborazione con Universal, propone l’incontro con uno dei più apprezzati pianisti italiani della sua generazione. Si tratta del laziale Roberto Prosseda (Latina, classe 1975), che ascolteremo in un programma interamente nel segno di Mozart. Artista completo, Prosseda affianca l’attività concertistica alla divulgazione, con frequenti collaborazioni in veste di consulente. Ha magistralmente inciso diversi cd per cui è stato apprezzato nelle interpretazioni di Mozart, Schubert, Schumann e Chopin e compositori del Novecento, come l'integrale della produzione pianistica di Petrassi, Dallapiccola e Aldo Clementi.
Dopo avere recentemente completato l’integrale per piano solo di Mendelssohn in 9 cd, Prosseda parte con un altro grande progetto: l’incisione delle Sonate per pianoforte di Mozart, ci cui ascolteremo una selezione nel suo recital al M.A.C.
Il pianista ha scelto di registrare questo repertorio su un pianoforte accordato con il temperamento Vallotti: un sistema non equabile, molto diffuso all'epoca di Mozart, che enfatizza le differenze espressive. Questa particolare accordatura, di rarissimo uso nel pianoforte moderno, rende l'esecuzione dell’artista un unicum reso ancora più speciale da un’attenta lettura filologica, con pochissimo pedale e grande attenzione a tutti i segni di articolazione in partitura.

(Biglietti: euro 20,00/10,00; Info e prenotazioni: Auditorium di Milano Fondazione Cariplo, largo Mahler; orari apertura: mar/dom, ore 10.00/ 19.00. Tel. 02.83389401/2/3, www.laverdi.org).

2017_11_19 Andersen La piccola fiammiferaia per I PICCOLI POMERIGGI MUSICALI

Domenica 19 novembre 2017 ore 11:00
Teatro Dal Verme Via San Giovanni sul Muro 2 – Milano
73ª STAGIONE SINFONICA ORCHESTRA I POMERIGGI MUSICALI
in collaborazione con Sconfinarte, Milano Teatro Scuola Paolo Grassi, Professional Ballet Milano
e con il sostegno di Fondazione Cariplo
presentano
I PICCOLI POMERIGGI MUSICALI
XI STAGIONE
TI RACCONTO UNA FIABA
Hans Christian Andersen
La piccola fiammiferaia
Voce recitante: Sara Dho
Adattamento drammaturgico e regia: Manuel Renga
Direttore: Daniele Parziani
Orchestra I Piccoli Pomeriggi Musicali

Secondo appuntamento con I Piccoli Pomeriggi Musicali, i quali porteranno in scena una fiaba che ha per sfondo l’inverno che si sta avvicinando sempre più. Alle ore 11:00 di domenica 19 novembre, sul palco del Teatro Dal Verme si racconterà in musica la storia de La piccola fiammiferaia. A narrarcela, nell’adattamento scritto e curato da Manuel Renga, sarà la voce di Sara Dho, amica dei Piccoli Pomeriggi fin dalla prima edizione di Ti racconto una fiaba, accompagnata dalle musiche di Schubert, Coulais e Webber dirette dal M° Daniele Parziani.
Biglietti
Adulti: € 7,00 + prevendita
Bambini: € 5,00 + prevendita

Biglietteria TicketOne – Teatro Dal Verme
Via San Giovanni Sul Muro, 2 – 20121 Milano
Tel. 02 87.905.201
dal martedì al sabato dalle 11.00 alle 19.00 - Domenica (nelle date dei concerti) ore 10:00 – 11:00

Biglietteria on-line: www.ticketone.it

2017_11_19 MEC-Mercatino Enogastronomico della Certosa

Data :19/11/2017
MEC-Mercatino Enogastronomico della Certosa
Sede via del Monumento
Città: Certosa di Pavia (Pavia)
Sezione #concertodautunnonews: altro
Descrizione: Mercatino Enogastronomico della Certosa
Il MEC domenica 19 Novembre gioca in casa, appuntamento alla Certosa di Pavia
… con il farmers' market all'ombra del complesso abbaziale a pochi chilometri da Pavia

Mercatino Enogastronomico della Certosa
Domenica 19 Novembre 2017
Dalle 9 alle 18
Via del Monumento, Certosa di Pavia (Pv)
Per informazioni 347 7264448

Pavia, Novembre 2017. Ritorna con il suo catalogo di eccellenze enogastronomiche del territorio il Mercatino Enogastronomico della Certosa: domenica 19 Novembre il MEC dà appuntamento all'ombra del complesso abbaziale, Chartres della bassa padana. Squadra vincente non si cambia: l' altissima qualità in prodotti che sono un inno alla dieta mediterranea caratterizza il farmers' market del mercatino-vetrina del meglio del meglio della produzione agricola del Pavese, dell'Oltrepo, della Lomellina e del vicino Monferrato. Farmers' market a filiera corta e garantita che dà la possibilità ai consumatori di degustare ed acquistare il meglio della food valley pavese.
Un ricchissimo catalogo di tipicità ed eccellenze a filiera corta: sarà infatti possibile assaggiare e acquistare specialità casearie di latte vaccino e per quanti tengono d'occhio il tasso di colesterolo, anche di pecora e capra; Varzi DOP (prodotto con l'utilizzo del filetto che è la parte più pregiata del maiale) e salame d'oca di Mortara IGP, pregiata produzione lomellina insieme i prosciutti ed il paté di fegato d'oca; vino dei Colli d'Oltrepo e del vicino Monferrato; miele e offelle. E per il reparto freschi zucca, cipolla, aglio… e zafferano a chilometro zero di Mornico Losana. Non mancano, infine, pane, pasta fresca, ravioli, tortelli classici e di magro con le verdure di stagione.


La Certosa di Pavia è facilmente e rapidamente raggiungibile anche in treno da Milano con comodi treni Regionali (uno ogni ora). E se le condizioni meteorologiche lo consentono anche in bicicletta da Milano, magari seguendo il cammino di Sant'Agostino: una trentina di chilometri da Milano (linea 2 della metropolitana, fermata Romolo o Abbiategrasso, http://www.piste-ciclabili.com/itinerari/15-milano-pavia-lungo-il-naviglio-pavese).
Dichiarata monumento nazionale italiano nel 1866 diventando così proprietà del Regno d'Italia, la Certosa di Pavia fu eretta a partire dal 1396 per volere di Gian Galeazzo Visconti come sacello funebre della famiglia; il monastero fu ultimato nel 1452 e la chiesa nel 1473. La facciata venne realizzata successivamente dai fratelli Mantegazza e da Giovanni Antonio Amadeo (la parte inferiore) e da Lombardo nel XVI secolo (la parte superiore).

Contatti:
Indirizzo e-mail :
Numero di cellulare: 347 7264448
Numero fisso:
Sito Web:

2016_11_21 Il Buono in Tavola

Data :21/11/2016
Il Buono in Tavola
Sede piazza Sant'Eustorgio
Città: Milano
Sezione #concertodautunnonews: altro
Descrizione: Il meglio della produzione agricola lombarda all'ombra della Basilica di Sant'Eustorgio
Il Buono in Tavola: ogni martedì nel cuore di Milano prodotti agricoli a chilometro vero
Milano, Novembre 2017 – Filiera completa, sostenibilità, biodiversità e solo prodotti di stagione: questi gli elementi fondanti de Il Buono in Tavola, farmers' market che ogni martedì dalle 8,30 alle 18,30 porta il meglio della produzione agricola lombarda nel cuore di Milano, all'ombra della Basilica di Sant' Eustorgio.
Realtà agricole bio, naturali e tradizionali provenienti da tutta la Lombardia e presenti in questo mercato agricolo che può dirsi vetrina della dieta mediterranea, innegabilmente una tra le più sane del mondo per varietà di nutrienti. Nella piazza antistante il meraviglioso gioiello dell'architettura religiosa romanica, un catalogo di eccellenze regionali che prevede riso e farine bio, polli, salumi; succhi di frutta. E poi pane fresco e focaccia, farine, torte salate, dolci, conserve, , il miele prodotto sulle montagne di Sondrio, i formaggi di capra bio dei pascoli di Montegrino, i salumi di maiale e di capra bio, le deliziose verdure di Carbonara al Ticino, gli arrosti, le carni bianche e rosse, il latte e le uova di Bergamo, le marmellate, il riso, i vini naturali, puro nettare d'uva. Non mancano inoltre prodotti naturali per la bellezza: creme per viso, mani e corpo prodotte con il latte d'asina di un'azienda agricola della bergamasca.
Recenti new entry del farmers' market Capracanta, formaggio caprino a latte crudo del progetto filiera di Slow Food Sopra La Panca; la produzione di Cascina Santa Brera, realtà agricola bio del Parco Agricolo Sud; l'artemisia prodotta dall'azienda agricola bergamasca Stefano Nervi con sistema biodinamico garantendo un ciclo completo assolutamente naturale: pianta conosciuta sin dall'antichità per le sue proprietà benefiche, può essere consumata come tisana o infuso.
Filiera completa dunque: questa l'elemento che caratterizza questo farmers' market nel cuore di Milano. Il tutto nel nome della sostenibilità, della biodiversità, della stagionalità dei prodotti: un mercatino indipendente che non è legato ad alcuna associazione ed è costituito solo da produttori agricoli lombardi.
L'iniziativa ha preso il via nella primavera 2015 grazie ad un bando del Comune di Milano che ha voluto dare spazio all'agricoltura regionale ed alla sua produzione d'eccellenza.

Il Buono in Tavola
ogni martedì dalle 08,30 alle 18,30
21 e 28 Novembre, 5, 12 e 19 Dicembre 2017
Piazza Sant' Eustorgio, Milano
Ingresso libero
Per informazioni 347 7264448; www.buonointavola.blogspot.it

Contatti: 347 7264448
Indirizzo e-mail :
Numero di cellulare: 347 7264448
Numero fisso:
Sito Web: www.buonointavola.blogspot.it

2017_11_16 Ritorna in Auditorium il film con colonna sonora dal vivo, ora tocca a Nosferatu

Giovedì 16 Novembre 2017 ore 20.00
Venerdì 17 Novembre 2017_11_17 ore 20.30
Auditorium di Milano, largo Mahler
Stagione 2017/18 laVerdi POPs
Nosferatu  
Il capolavoro di Friedrich Murnau protagonista del nuovo appuntamento de laVerdi con i grandi film
e le colonne sonore eseguite in sincrono dal vivo
Orchestra Sinfonica di Milano Giuseppe Verdi
Direttore Timothy Brock

(Biglietti: euro 35,00/15,00; info e prenotazioni: Auditorium di Milano Fondazione Cariplo, largo Mahler, orari apertura: mar/dom, ore 10.00/19.00, tel. 02.83389401/2/3; on line: www.laverdi.org o www.vivaticket.it )

Chiuso il filone fantascientifico con Star Trek, laVerdi torna al grande cinema con un salto indietro di quasi un secolo, proponendo un capolavoro assoluto della cinematografia mondiale: Nosferatu il vampiro (1922, titolo originale: Nosferatu, eine Symphonie des Grauens; Nosferatu, una sinfonia dell’orrore), del regista tedesco Friedrich Wilhelm Murnau.   
Doppio appuntamento giovedì 16 e venerdì 17 Novembre (ore 20.30), all’Auditorium di Milano Fondazione Cariplo: il film muto sarà proiettato su grande schermo, accompagnato dalla impetuosa, coinvolgente colonna sonora scritta dallo specialista americano Timothy Brock, sulla base dell’originale di Hans Erdmann,  eseguita in sincrono dal vivo dall’Orchestra Sinfonica di Milano Giuseppe Verdi, diretta dallo stesso Brock, che torna dopo due anni sul podio di largo Mahler.
È proprio con la partitura per Nosferatu che Erdmann verrà universalmente riconosciuto come specialista del genere, segnando una delle tappe fondamentali nella storia dell’allora nascente musica per il cinema.
La pellicola di Murnau è considerata tra i massimi capolavori dell'espressionismo tedesco: pur ispirandosi al romanzo Dracula (1897, Bram Stoker), per problemi di diritti vennero modificati nomi e luoghi (ad esempio nel film non appare mai il nome Dracula). Nonostante ciò, gli eredi di Stoker fecero causa al regista, che fu condannato a distruggere tutte le copie del film. Murnau riuscì tuttavia a salvarne una in clandestinità. Il conte Orlok (Dracula nel libro) è interpretato dall'attore tedesco Max Schreck. All'epoca girarono alcune leggende sul fatto che in realtà l'interprete del conte Orlok fosse un vero vampiro. Il film del 2000 L'ombra del vampiro (Elias Merhige) racconta la storia della lavorazione del film di Murnau, basandosi su questa fantasiosa ipotesi.

NOSFERATU trailer
https://youtu.be/gveccPwtGIU

IL MODERNISMO “VINTAGE” DELLA COLONNA SONORA DI NOSFERATU
di Roberto Pugliese
Colonnesonore.net
Nel decennio che precede la nascita del cinema sonoro (1917 – 1927) il ruolo della musica sullo schermo travalica la semplice necessità di colmare un vuoto, di coprire rumori esterni o di surrogare un “gap” drammaturgico avvertito da subito come insostenibile. Nella stagione aurea del muto, alla musica, e ai compositori, spetta il compito storico di elaborare non solo sul piano della pratica ma anche e soprattutto su quello teorico un profilo di pensiero cinemusicale, un apparato di soluzioni e di riferimenti, una griglia di situazioni e di atmosfere, insomma un sistema che possa servire da base in futuro per gli sviluppi e le potenzialità di un linguaggio – la musica per film – che si appresta a mettere in atto la più potente sinergia di arti (cinema e musica) nonché a creare una delle forme di espressione più complesse e alte del Ventesimo Secolo.
Ne consegue che i musicisti attivi in questo periodo (e sono moltissimi), principalmente ma non solo europei, oltre alla pratica compositiva – che rivela ovvie e forti influenze desunte dal tardoromanticismo mitteleuropeo e ignora quasi del tutto le conquiste delle avanguardie – si trovano quasi naturalmente obbligati a mettere a punto anche una parte teorica che spesso si trasforma in autentica manualistica, ossia in un repertorio di tòpoi, di climi psicologici e circostanze drammaturgiche che sembrano preludiare a quelle che saranno poi le libraries hollywoodiane custodite nei dipartimenti musicali degli Studios.
Il vicentino Giuseppe Becce (1877 – 1973) è forse la più nota di queste figure, grazie al suo enorme lavoro di compilazione e individuazione di situazioni, riferimenti e repertori musicali culminato dapprima nella “Kinothek” pubblicata a partire dal 1919, e successivamente nel ’27, con il sonoro già alle porte, nell’”Allgemeines Handbuch der Film-Musik”, quest’ultima realizzato in tandem con Hans Timotheus Guckel (1882 – 1942), più noto come Hans Erdmann. Costui però, come e più di Becce, affiancò a quella di teorico anche un’intensa attività di compositore, oltre che di giornalista e docente. Nato in Slesia, violinista provetto e insegnante di conservatorio, Erdmann era un musicista fortemente ancorato alla tradizione viennese e al sinfonismo postwagneriano di suoi contemporanei come Richard Strauss, e probabilmente solo la sua scomparsa relativamente prematura gli impedì di intraprendere una più lunga e fruttuosa carriera nel mondo della musica per il grande schermo. Fece in tempo infatti a lasciare solo un pugno di titoli, pur se legati alla stagione più fulgida del cinema espressionista tedesco e ai suoi grandi protagonisti, come Friedrich Wilhelm Murnau e Fritz Lang (per il quale musicò il secondo capitolo della saga dedicata al dottor Mabuse, Il testamento del dottor Mabuse, 1933).
Ma è sicuramente con la partitura per Nosferatu, eine Symphonie des Grauens (Nosferatu, una sinfonia dell’orrore), del 1922, che Erdmann attinge la piena notorietà come specialista del genere e segna una delle tappe fondamentali nella storia dell’allora nascente musica per il cinema. L’impressionante lavoro sinfonico di Erdmann, attentamente ricostruito dalla musicologa Gillian B. Anderson che ne ha anche diretto per la Rca una prestigiosa edizione discografica sul podio della Brandenburg Philharmonic Orchestra, svela immediatamente una delle caratteristiche che accompagnano tutta la produzione musicale di questo periodo, e a suo tempo così ben individuata da Sergio Miceli nel suo “Musica per film” (Ricordi, 2009): ossia il divario enorme che esisteva tra le spinte di innovazione e di sperimentazione linguistica dei registi (particolarmente accentuati in Nosferatu e nelle sue soluzioni visionarie) e l’impianto complessivamente tradizionale o addirittura retrò cui sembrano ancorati i compositori: il che spiega anche la quantità dei successivi esperimenti di sonorizzazione musicale attuati da altri musicisti sugli stessi titoli (si pensi allo stesso Nosferatu, o a Metropolis di Lang e La corazzata Potemkin di Ejzenstein…). Non è un caso che per il film di Murnau la partitura originale di Erdmann fosse preludiata (come da prassi del tempo) dall’Ouverture dell’opera – tematicamente coerente - “Der Vampyr” (1828) di Heinrich Marschner, compositore tedesco romantico minore del primo Ottocento.
Eppure nello score erdmanniano si agitano e ribollono idee che verranno messe a frutto da molti compositori hollywoodiani posteriori: i colori della partitura sono accesi, a tratti violenti, ma il tematismo è ridotto all’osso (un leit-motiv secco e breve per il vampiro, un tema più fluido per i suoi antagonisti), i riferimenti classici da Beethoven a Wagner talmente evidenti da risultare citazionistici e alcune situazioni, come quella canonica del temporale, affidate ad una tradizione che va da Rossini a Beethoven, da Verdi a Strauss. La strumentazione sfoggia una ricchezza debordante ed una sapienza inusitata, e la continua mutevolezza dei toni – da cupissimi effetti horror ancor oggi impressionanti alle idilliache parentesi sentimentali o umoristiche - insegue il racconto con puntigliosa adesione e andamento disinvoltamente rapsodico. In sintesi, è come se Erdmann applicasse a se stesso per primo, enfatizzandone ed esaltandone ogni aspetto, proprio quella somma di regole e di “istruzioni per l’uso” teoriche elaborate in sede di manualistica: con un risultato che alle orecchie dei contemporanei suona nello stesso tempo irresistibilmente “vintage” e sorprendentemente moderno.

2017_11_16 Stefan Milenkovich con I Virtuosi Italiani ai POMERIGGI MUSICALI

Giovedì 16 novembre 2017 ore 21.00
Sabato 18 novembre 2017 ore 17.00
Teatro Dal Verme
Via San Giovanni sul Muro 2 – Milano
Musica a Colori
Direttore Artistico, M° Maurizio Salerno
Rossini, Sonata per archi n. 3, in Do Maggiore
Paganini, Concerto n. 2, “La campanella”, per violino e orchestra in si minore, op. 7
Dvořák, Serenata per archi, in Mi Maggiore, op. 22
Violino: Stefan Milenkovich
I Virtuosi Italiani
Direttore: Alberto Martini
Una formazione sodale dei Pomeriggi Musicali torna anche per questa Stagione sinfonica a frequentare il palcoscenico del Teatro Dal Verme di Milano: giovedì 16 e sabato 18 novembre 2017 si esibiranno I Virtuosi Italiani.
In questo concerto I Virtuosi, guidati come di consueto dal M° Alberto Martini, saranno accompagnati da un solista d’eccezione: il violinista Stefan Milenkovich.
Milenkovich, dopo che l’ensemble si sarà esibito nella Sonata per archi n. 3, in Do Maggiore di Gioachino Rossini, si cimenterà nel celeberrimo Concerto n. 2, “La campanella” di Niccolò Paganini, brano che non può mancare nel repertorio di un grande violinista.
La chiusura della serata sarà poi dedicata alle note della Serenata per archi, in Mi Maggiore, di Antonín Dvořák

Biglietti per la 73ª Stagione Sinfonica, Musica a Colori

Interi Primo Settore (Platea, da fila 1 a 30) € 20,00 + prevendita
Secondo Settore (Platea, da fila 31 a 40) € 14,50 + prevendita
Balconata € 11,00 + prevendita

Ridotti* Primo Settore (Platea da fila 1 a 30) € 16,00 + prevendita
Secondo Settore (Platea da fila 31 a 40) € 12,50 + prevendita
Balconata € 9,00 + prevendita

Carnet Liberi di scegliere (15 concerti scelti all’atto dell’acquisto):

Interi Primo Settore (Platea, da fila 1 a 30) € 236,25 + prevendita
Secondo Settore (Platea, da fila 31 a 40) € 186,75 + prevendita
Balconata € 147,00 + prevendita

Ridotti* Primo Settore (Platea da fila 1 a 30) € 177,00 + prevendita
Secondo Settore (Platea da fila 31 a 40) € 165,75 + prevendita
Balconata € 107,25 + prevendita

Carnet Beethoven (Abbonamento ai nove concerti che presentano le sinfonie di Beethoven):

Interi Primo Settore (Platea, da fila 1 a 30): € 141,75 + prevendita
Secondo Settore (Platea, da fila 31 a 40): € 112,05 + prevendita
Balconata: € 88,20 + prevendita
Ridotti* Primo Settore (Platea da fila 1 a 30) € 106,20 + prevendita
Secondo Settore (Platea da fila 31 a 40) € 99,45 + prevendita
Balconata € 64,35 + prevendita

* (Giovani under 26; Anziani over 60; Cral; Associazioni Culturali; Biblioteche; Gruppi; Scuole e Università)

Biglietteria TicketOne - Teatro Dal Verme
Via San Giovanni Sul Muro, 2 – 20121 Milano
Tel. 02 87.905.201 - dal martedì al sabato dalle 11.00 alle 19.00


Biglietteria on-line: www.ticketone.it


2017_11_18 Bookcity celebra i 25 anni di Interlinea

Bookcity celebra i 25 anni di Interlinea

SABATO 18 NOVEMBRE 2017, ORE 12,30 A MILANO
Laboratorio Formentini per l’Editoria, via Formentini 10
All’incontro di Bookcity Milano
Nell'Interlinea della letteratura da 25 anni
In occasione della pubblicazione del catalogo storico di Interlinea
(editore Franco Angeli)
Con Gian Carlo Ferretti, Andrea Kerbaker, Armando Besio, Giorgio Montecchi,
Alessandro Curini, Roberto Cicala e Carlo Robiglio

All'inizio degli anni ‘90 due giovani novaresi hanno cercato un senso e uno spazio nell'interlinea lasciata bianca dai titoli di tanti e grandi cataloghi librari, riscoprendo autori italiani dell'800 e '900, anche con inediti, aprendo la prima collana letteraria italiana legata al Natale (“Nativitas”), offrendo uno spazio diverso alla critica letteraria e alla poesia (collana “Lyra”) ma anche valorizzando autori e illustratori italiani per l’infanzia nel segno delle “Rane”. Dove sono approdati e verso dove sta navigando il vascello di carta di Interlinea?
Incontro in occasione della pubblicazione del volume Il catalogo delle edizioni Interlinea a cura di Alessandro Curini. Con Gian Carlo Ferretti, Andrea Kerbaker, Armando Besio, Giorgio Montecchi, il curatore Alessandro Curini e gli editori Roberto Cicala e Carlo Robiglio


GLI EVENTI DI INTERLINEA A BOOKCITY

Milano, sabato 18 novembre 2017, ore 12,30, Castello Sforzesco
La foto di Orta:
l’amore impossibile di Nietzsche e Lou Salomé

Con Laura Pariani e Roberto Cicala

Durante una gita sul Sacro Monte di Orta Nietzsche e Lou si appartano a lungo e di quell’episodio l’autore di Zarathustra conserverà fino alla morte una foglia, uno schizzo su carta e un biglietto con una promessa. Laura Pariani fa rivivere la storia di un amore impossibile e di un’amicizia tradita a partire dalla memoria di una foto…

Milano, sabato 18 novembre 2017, ore 17, MUBA, Rotonda di via Besana
Laboratorio artistico-creativo
Così per gioco. 
Costruiamo i nostri giocattoli con materiali di riciclo

basato sul libro di Elve Fortis de Hieronymis
con Alessandra Alva Perez

Utilizzando carta, cartone, stagnola, vassoietti di cartoncino o polistirolo, bottiglie di plastica, piatti e bicchieri di carta, tappi di sughero e molti altri materiali di recupero si può inventare un giocattolo, poi altri ancora, tutti diversi, creati con le nostre mani, magici e belli…

Milano, sabato 18 novembre 2017, ore 20, Piccolo Teatro Grassi,
Chiostro Nina Vinchi, via Rovello 2
Il viaggio della parola 
di Gian Luca Favetto
Reading con l'autore e musiche di Fabio Barovero

«Nel tintinnare delle parole è la prova che la lingua cammina» scrive Gian Luca Favetto, poeta e giornalista, nel nuovo viaggio letterario che fa fare alle parole: è un itinerario dall’autore al lettore, da una scrivania di Torino alle strade di New York, nella consapevolezza che «l’alfabeto è l’immaginazione del mondo»

Milano, domenica 19 novembre 2017, ore 12,30, Fondazione Adolfo Pini
corso Garibaldi 2
Lyra giovani: Franco Buffoni lancia una nuova generazione di poeti
Con Marco Corsi autore di
Pronomi personali
e Maddalena Bergamin autrice di
L'ultima volta in Italia
e Roberto Cicala
Con annuncio degli autori selezionati per le pubblicazioni 2018

«Il settore della poesia è molto particolare, perché ha un numero di lettori e scrittori che definirei coriaceo, e che si rinnova sempre, grazie alle nuove generazioni. Per rimanere presenti e attivi, però, bisogna capire quali sono i nuovi indirizzi di questi fruitori che si rinnovano, e soprattutto orientare le produzioni delle nuove generazioni, per mantenere un livello qualitativo degno ma nello stesso tempo andare incontro ai gusti del lettori contemporanei e a queste nuove leve poetiche» (Franco Buffoni)

Interlinea edizioni
tel. 03211992282
www.interlinea.com – edizioni@interlinea.com
Facebook: Interlinea Edizioni
Twitter: @Interlinea_Ed
Instagram: @interlinea_ed

2017_11_16 NON SENTIRE IL MALE dedicato a Eleonora Duse al Cagnoni di Vigevano

La Compagnia Le Belle Bandiere è lieta di comunicare i prossimi appuntamenti del mese di novembre
con il sostegno di Regione Emilia-Romagna e Comune di Russi

16 NOVEMBRE 2017 ore 21, Civico Teatro Cagnoni, C.so Vittorio Emanuele II 43, VIGEVANO (PV), comune.vigevano.pv.it
 
disegno luci per il teatro di Maurizio Viani
disegno luci in altri spazi di Loredana Oddone
cura del suono Raffaele Bassetti, Franco Naddei
produzione Le Belle Bandiere
in collaborazione con Nuova Scena Saccisica
 
17 NOVEMBRE ore 17.30, Ridotto del Teatro Cagnoni
TAVOLA ROTONDA
interverranno Alberto Cazzani, Giovanna Fiorenza, Maria Ida Biggi, Marianna Zannoni ed Elena Bucci
a cura della Fondazione Banca Popolare di Vigevano e del Comune di Vigevano

con Elena Bucci
musiche originali eseguite dal vivo al pianoforte e al violino Dimitri Sillato
luci Loredana Oddone
cura del suono e interventi dal vivo Raffaele Bassetti, Franco Naddei
lampade Claudio Ballestracci
produzione Le Belle Bandiere
 
a seguire
INCONTRO CON ELENA BUCCI

25 NOVEMBRE 2017 ore 20.45, Cantieri Teatrali Koreja, via Guido Dorso 70, LECCEteatrokoreja.it
29 e 30 NOVEMBRE ore 20.45, Teatro Comunale di Monfalcone, corso del Popolo 20, MONFALCONE (G0), teatromonfalcone.it
conto aperto tra la marchesa di Merteuil e il visconte di Valmont
dal romanzo omonimo di Choderlos de Laclos
progetto ed elaborazione drammaturgica di Elena Bucci e Marco Sgrosso
regia di Elena Bucci, con la collaborazione di Marco Sgrosso
con Elena Bucci, Marco Sgrosso, Gaetano Colella
luci Loredana Oddone
drammaturgia del suono Raffaele Bassetti con la collaborazione di Franco Naddei
macchinismo e direzione di scena Viviana Rella
produzione CTB Centro Teatrale Bresciano
collaborazione artistica Le Belle Bandiere

SEGNALIAMO INOLTRE LA PRODUZIONE DI FARNETO TEATRO
16 NOVEMBRE 2017 ore 21.15, Piccolo Teatro degli Instabili, ASSISI (Pg), teatroinstabili.com
18 NOVEMBRE 2017 ore 21, Piccolo Teatro Martesana, CASSINA DE' PECCHI (Mi), piccoloteatromartesana.it
 
SKETCHES & SHORT PLAYS
di Harold Pinter
con Marco Sgrosso, Elisabetta Vergani
e con Tano e L’Ora d’Aria - Gaetano Mongelli (voce e chitarra), Carlo Giammusso (voce e tastiera), Bruno Bassi (basso), Lorenzo Attanasio (batteria)
regia di Maurizio Schmidt
organizzazione Davide Pansera
produzione Farneto Teatro


Le Belle Bandiere
associazione culturale, compagnia di teatro
contatti Nicoletta Fabbri info@lebellebandiere.it - tel. 393 9535376 
 
con il sostegno di Regione Emilia-Romagna e Comune di Russi

Contatore visite e album degli ospiti (se volete lasciare un commento, grazie)